Nel momento in cui ci apprestiamo a stilare una strategia web per un e-Commerce, l’analisi dei competitors è il primo – fondamentale – step da affrontare. Un’attività senza la quale risulta impossibile costruire un piano d’azione. Abbiamo la necessità di focalizzare numeri e “forza” dei nostri concorrenti diretti, per capire dove e come distribuire meglio il budget e quali azioni compiere per puntare alle prime posizioni dei motori di ricerca.

Analisi dei Competitors: perché è importante?

L’analisi dei competitors, o benchmarking, ci permette di definire una strategia consapevole: le nostre decisioni saranno (in gran parte) conseguenza del valore dei nostri “avversari”. Ci consente di individuare i punti di forza e i punti deboli dei siti web posizionati, focalizzare i loro obiettivi e le loro strategie, al fine di contrapporre azioni efficaci per scalare le posizioni nelle serp.

Il metodo d’analisi è strettamente legato alla SEO e i concorrenti non saranno necessariamente i brand più o meno noti del mercato “classico”. Analizzeremo dunque le serp di riferimento e andremo a definire quanti e quali sono i nostri concorrenti, passeremo ai raggi X i singoli siti web ed i relativi valori per definire le nostre strategie.

Analisi delle Serp

Cominciamo con l’analizzare le singole serp: il nostro obiettivo è quello di definire numeri e valori dei nostri potenziali competitors. Ci concentreremo sui concorrenti che operano nel nostro settore, che offrono gli stessi prodotti, che si rivolgono allo stesso target e che utilizzano le stesse keyword.

Possiamo procedere con un metodo “manuale”, ovvero analizzare i risultati delle principali keyword su cui intendiamo puntare. Oppure sfruttare le funzionalità di suite come SeoZoom, dove è possibile visionare una panoramica immediata dei principali competitors di un e-Commerce, con relative metriche.

Analisi SEO dell’e-Commerce concorrente

Una volta stilata la lista dei competitors, andremo ad analizzare ogni singolo e-Commerce individuato. In ottica SEO, possiamo valutare i contenitori secondo parametri precisi:

  1. Autorità – Quanto il competitor viene ritenuto autorevole dai motori di ricerca
  2. Pertinenza – Quanto i prodotti venduti sono pertinenti rispetto al nostro progetto
  3. Valori – Quanto traffico viene generato, quali sono le principali sorgenti

Vediamo tre strumenti utili da utilizzare per l’analisi SEO dei competitors:

  1. SEO Suite – Sia SeoZoom (di cui abbiamo parlato precedentemente) che SemRush permettono di ottenere un’istantanea del sito web da analizzare. Più precisamente:
  • Traffico stimato
  • Authority
  • PPC
  • Keyword migliori
  • Keyword potenziali
  • Link in entrata (quantità, valore, metriche)
  1. Majestic – Majestic è un ottimo tool per l’analisi dei link in ingresso dei competitor e fornisce tutta una serie di indici che ci permettono di valutare con precisione i backlink di un e-Commerce:
  • Trust Flow – La qualità dei siti da cui provengono i link in entrata.
  • Citation flow – Il numero delle citazioni
  • Affidabilità – Il valore dell’e-Commerce sulla base del profilo backlink
  • Tipologia di backlink – Redirect, textlink, immagini, ecc.
  • Link follow e dei link no follow
  • Anchor text
  1. Test My Site – Il Test di Google ci consente di verificare la velocità di caricamento degli e-Commerce, sia su desktop che su mobile. Ci aiuterà a capire quanto i nostri avversari siano competitivi in termini di usabilità.

La Comparazione e le Strategie

Tutte le informazioni ottenute ci consentiranno di costruire un quadro generale sul mercato online che andremo ad affrontare e tutte le attività da calendarizzare per raggiungere e/o superare la concorrenza. È consigliabile stilare un report con:

  • Valore del nostro e-Commerce
  • Valori degli e-Commerce concorrenti
  • Punti di forza e punti deboli
  • Competitors diretti, indiretti e potenziali
  • Migliori keyword dei competitors
  • Link in entrata di valore

Concentratevi su ogni singolo gap e traccia un’azione da mettere in pratica per raggiungere i vostri obiettivi. La costruzione di un grafico su cui evidenziare le aree in cui si è più carenti rispetto ai competitors può aiutarvi a focalizzare e stabilire le priorità. Potete dunque utilizzare i dati raccolti per offrire una panoramica esaustiva sugli attori principali e motivare la vostra strategia.

HAI BISOGNO DI UN’ANALISI PROFESSIONALE?

QUANTO COSTA UNA SEO AUDIT?

Scoprilo QUI!