Come fare una SEO Audit? L’analisi di un Sito Web richiede conoscenze tecniche ed esperienza. Con questo approfondimento vogliamo fornire una serie di strumenti utili a chi vuole cimentarsi nell’impresa: ricordate però che SEO Audit rappresenta un passaggio indispensabile per il lancio e la crescita di qualsiasi progetto online. Per cui se siete “apprendisti SEO” e avete tra le mani un buon progetto, oppure i proprietari di un e-Commerce che stenta a decollare, affidatevi alla consulenza dei tecnici del settore.

COS’È LA SEO AUDIT – Cominciamo subito col dire che la SEO audit è un’analisi a tutto tondo, che approccia un sito web o un e-Commerce dal punto di vista tecnico, contenutistico e di mercato. Prende in considerazione tutti gli aspetti On-Site e Off-Site che coinvolgono un sito web e che ne possono determinare il posizionamento, il volume del traffico e le conversioni.

PERCHÉ È IMPORTANTE – La risposta è semplice. Un sito web o un e-Commerce ben ottimizzato per i motori di ricerca trasforma le visite in contatti e il traffico in vendite. Posizionare correttamente un progetto online significa intercettare il proprio target di riferimento e convertirlo in potenziali clienti.

Una SEO Audit corretta permette di scoprire i punti di forza e di debolezza di un sito. E sui dati ottenuti sviluppare una strategia efficace per massimizzare il ritorno economico.

SEO Audit: la Checklist

Ogni sito web o e-Commerce è una storia a sé. 


Non esistono formule universali per il successo, esistono strategie da costruire sui singoli casi.


Ogni professionista ha una propria Checklist, un proprio metodo d’analisi, da seguire per tracciare la migliore strategia: questo è il nostro.

Analisi del settore e dei Competitors diretti

La prima analisi – essenziale – riguarda il mercato di riferimento. Quali sono i principali competitors? Quale il loro volume di traffico? Le migliori keyword su cui sono posizionati? Serve costruire un identikit che inquadri al meglio i punti deboli e i punti di forza degli attori presenti sul mercato online, per capire quali sono i margini di crescita del nostro progetto e come superare la diretta concorrenza.

Per quanto riguarda il mercato di riferimento, analizziamo:

  1. Crescita del mercato di riferimento
  2. Principali attori di mercato
  3. Settori in via di sviluppo e/o potenziali

L’analisi dei siti web e degli e-Commerce va fatta manualmente, con il supporto dei principali Tool SEO, come Seozoom, Semrush e Majestic. L’importante è analizzare a fondo numeri e prestazioni. Teniamo conto in particolare di:

  • Migliori Keyword
  • Stime del traffico
  • Posizionamento delle categorie
  • Posizionamento delle schede prodotto e/o pagine servizi
  • Profilo dei link in entrata
  • User Experience
  • Customer Care
  • Punti di forza
  • Punti deboli
  • Attività Social

User Experience e Autorevolezza

Proseguiamo con l’analisi On-Site. È molto importante, in questa prima fase, mettersi nei panni dell’utente. E per mettersi nei panni dell’utente è necessario tracciare il target di riferimento e delineare l’identikit dell’utente tipo: fascia d’età, titoli di studio, interessi, impiego, hobby e attività, ecc.

Quando avrai ben chiaro il profilo del tuo interlocutore, dovrai assumere il suo punto di vista ed osservare il sito web o e-Commerce con occhio critico e valutare se:

  1. Il sito web trasmette fiducia
  2. Sono presenti tutte le informazioni di contatto
  3. La navigazione è semplice e intuitiva
  4. Trovi quello che cerchi in poco tempo e senza intoppi
  5. Il sito web è responsive
  6. I tempi di caricamento sono ridotti
  7. Il customer care è curato
  8. Le immagini sono di qualità
  9. I contenuti sono completi ed esaustivi
  10. Il menu di navigazione è facilmente comprensibile
  11. Il flusso d’acquisto è curato
  12. I metodi di pagamento sono adeguati
  13. Sono presenti informazioni su tempi di spedizione, resi e policy

In questo modo potrai valutare correttamente usabilità e autorevolezza del sito agli occhi di un potenziale cliente. La qualità del contenitore online può ritenersi sufficientemente rassicurante? L’utente trova quello che cerca e in tempi rapidi? Può chiudere l’acquisto velocemente e senza intoppi? Può contattare l’azienda per la richiesta di informazioni o di un preventivo?

Analisi SEO On-Site

Il secondo passo è quello di analizzare il sito web o l’e-Commerce lato tecnico. Per prima cosa verifichiamo che il file robots.txt e la Sitemap siano configurati correttamente e che permettano l’indicizzazione di tutte le pagine. A seguire analizziamo metodicamente tutti i dati offerti dalla Search Console di Google: tempi di scansione, di download e indicizzazione dei contenuti, link in entrata, eventuali errori o penalizzazioni manuali. Incrociamo quanto ottenuto con i dati provenienti da Analytics e completiamo l’analisi con una scansione completa di Screaming Frog (simulatore di crawling, molto utile per trovare eventuali errori e/o contenuti duplicati): lo strumento aiuterà a mettere in luce i problemi da risolvere.

Passiamo in rassegna l’architettura del sito, il codice HTML e i contenuti, al fine di scovare gli errori e pianificare le soluzioni. Verifichiamo che i redirect siano implementati correttamente e la validità del protocollo HTTPS. Valutiamo la struttura dei link interni, le performance e la velocità. Analizziamo l’ottimizzazione SEO delle categorie, delle pagine, delle schede prodotto, delle immagini (title tag, meta tag, meta description, rel canonical). Sfruttiamo tool come Seozoom o Semrush per individuare le keyword che portano più traffico e maggiore visibilità dai motori di ricerca. Avendo già in mano la panoramica dei competitors, potremo costruire la migliore strategia per la crescita organica del sito web.

Analisi SEO Off-Site

Completiamo l’analisi con l’osservazione dei fattori esterni al sito e che hanno il loro peso per quanto riguarda il successo di un sito web. In particolare quantità e qualità dei link in entrata, le citazioni, l’autorevolezza del brand e la popolarità social.

SEO Audit Checklist: la lista completa

  1. Analisi Mercato
  2. Analisi Competitors
  3. Analisi Target di riferimento
  4. Analisi User Experience, autorevolezza
  5. Configurazione del file Robot.txt
  6. Configurazione della Sitemap
  7. Analisi dei dati Search Console
  8. Analisi dei dati Analytics
  9. Analisi del dominio e protocollo HTTPS (anzianità, scadenza, Ip dedicato e siti “vicini”)
  10. Gestione delle lingue
  11. Analisi architettura del sito web e livelli di navigazione
  12. Analisi funnel d’acquisto
  13. Analisi codice HTML e individuazione eventuali errori
  14. Individuazione eventuali errori di ottimizzazione SEO nella struttura, nei contenuti e nei meta tag (tag title, meta description, ecc.).
  15. Ottimizzazione immagini
  16. Individuazione keyword migliori e potenziali
  17. Analisi dei contenuti
  18. Analisi quantità e qualità dei link in entrata, anchor text e citazioni
  19. Analisi dei link interni e breadcrumbs
  20. Individuazione azioni a rischio penalizzazione
  21. Verifica eventuali contenuti e url duplicati
  22. Verifica redirect e canonical
  23. Verifica responsive
  24. Analisi Performance del sito web (CSS, minify, JS)
  25. Design e Copywriting

HAI BISOGNO DI UNA SEO AUDIT PROFESSIONALE?